lunedì 10 marzo 2014

DIARIO DI UNA SEDICENTE SCRITTRICE ROMANCE ALLE PRESE COL SESSO (DEI SUOI PROTAGONISTI)

Ok. 
Sono arrivata al momento del sesso tanto atteso e non posso più rimandare. Ho creato la seduzione, la tensione erotica, i profumi e i sapori come una perfetta paraninfa, e ora? Smetto di scrivere, naturalmente. Mi alzo e vado a farmi un giretto, magari a mettere qualcosa sotto i denti. Tanto per sostenermi. Guarda che non sei tu a doverti sostenere; sono loro, i tuoi due protagonisti, che devono farlo. Beati loro, penso frugando nel frigo. Finalmente mi risiedo alla scrivania con lo yogurt in mano (ahimé di soia) e, nonostante i miei sforzi per tenerlo fuori dalla portata del Mac, sono già certa che prima o poi ce lo spiattellerò sopra. Se il povero Pippo è il re degli imbranati, io sono la loro regina. 'Sti due disgraziati sono finalmente soli, ci sono candele profumate dappertutto che creano l'atmosfera più della Vecchia Romagna, per di più sono alquanto su di giri, e tu che fai, ti mangi uno yogurt? Be', possono anche aspettare che io ne mangi qualche cucchiaiata - no? - che poi, se glielo faccio sospirare, gli piace anche di più. 
Dunque, dunque dunque. Passo in rassegna le opzioni che a questo punto mi si presentano. Ovvero, devo decidere dove lo faranno. Non il letto, mai nella prima scena di sesso.

Non deve neppure essere nello stesso posto dell'ultimo romanzo, quindi la doccia me la devo scordare. Che poi, detto fra noi, sarà mica comodo farlo in una doccia! In primis, perché prima o poi un rubinetto nella schiena te lo becchi sempre, in secundis perché l'acqua calda di solito finisce all'improvviso lasciandoti sotto una cascata gelata. Credi che l' ardore di lui (vi piace come eufemismo?), sotto l'acqua gelata, non subirebbe un immediato ridimensionamento? Eh, mica gli puoi far fare una brutta figura con la tua protagonista, no? Scarto la doccia (anche perché non riesco mai a dimenticarmi di Psycho). E scarto anche la vasca da bagno che, se non ne hai a disposizione una matrimoniale, è scomodissima, e per di più pericolosa. Ta-Ta! penso. La parete!  Nei romance anglosassoni una buona dose di sesso bollente contro una parete non manca mai. Lì i maschi sono super alpha e non soffrono di sciatica quindi possono permettersi di sostenere senza alcuna fatica, e soprattutto senza farla stramazzare a terra, la protagonista - che di solito è leggera come una libellula e ha doti nascoste da contorsionista. Anche per una mezz'oretta. Ma, penso, se dura mezz'ora, non è più una sveltina. E a me serve qualcosa di rapido (decido che deve essere così) perché i miei due eroi sono stati colti da passione fulminante e hanno a disposizione non più di dieci minuti per farlo, tutto compreso
E se saltassero fuori da un cassetto un paio di manette e lei lo guardasse invitandolo a giocare pesante? Ma va, lascia perdere! Di sfumature in giro ce ne sono fin troppe e, oltretutto a te, il sado-maso, ti annoia a morte e, a dirla tutta, alle manette ci rimarresti incatenata tu. Te lo ricordi quel terrorizzante romanzo di Steven King, vero? Dio se me lo ricordo. Lasciamo stare il sado-maso e Mr King, per carità. Eppure, ci deve pur essere un altro modo per farglielo fare ai miei due protagonisti, in fretta, ma non tanto in fretta da sembrare due mufloni in calore. Ma certo, ci sono! Il tavolo di cucina! Un classico dai tempi del Postino Suona Sempre Due Volte. 
(Jessica Lange e Jack Nicholson, very very hot!). Perfetto, finalmente ho deciso. Comincio a descrivere la scena. Lei e lui, in cucina. Lui sta sparecchiando la tavola... Come prego? Lui sparecchia? L'uomo alpha-superfigo-chenondevechiederemai, sparecchia? Ma ti ricordi cosa faceva Kevin Costner in Bull Durham con Susan Sarandon? Buttava a terra ogni dannata cosa che trovava su quel tavolo - che Dio lo benedica - poi ci si sdraiava sopra con lei sotto. 
Che dolore però, stare sotto. Io quasi quasi non  faccio stare sotto quella poveretta della mia protagonista, così poi non si riempie di lividi e alla prossima scena hot può indossare quella biancheria sexy che le sue amiche le hanno regalato e che lei non ha mai avuto occasione di mettere. Perché lei, di solito, solo roba di cotone, bianca, senza neppure un pizzo, che a lui, però, stuzzica più di un completino di Victoria's Secret. Sì, va bene così. Allora, OK per il tavolo di cucina, lei va sopra e lui se ne sta tranquillo sotto, tanto è alpha e ha un sacco di muscoli per attutire i colpi. E poi, non soffre di sciatica. 
Dannazione! Ci avrei giurato. Lo sciagurato yogurt di soia. 
Ora c'è una bella striscia viola (è ai mirtilli) sulla tastiera, esattamente tra la e la m. Devo spicciarmi a pulirla, quindi, cari protagonisti, credo proprio che dovrete aspettare il prossimo capitolo (magari anche due o tre) per farlo. Ecco, ora faccio squillare il telefono di lei così il sesso dovrà aspettare. Dio che faccia spaventata ha la poveretta..."Devo andare," dice all'eroe, che sta ancora pulendo il tavolo della cucina, ma con la spugnetta, non a braccio nudo come Kevin. 
No, non è possibile, si è mai visto un alpha con la sindrome del casalingo? In quanto a lei, che sta facendo? Se ne va di corsa? Ehi, sei completamente pazza ad andartene lasciando tutte quelle candele accese che poi mi devo anche mettere a descrivere un incendio? Non lo sai che è un vero casino descrivere un incendio, se non si tratta di una trita metafora del sesso?
Brava, torna indietro e spegnile tutte.


Yours truly
                           Viviana

8 commenti:

  1. Troppo divertente! E così dietro alle bollenti scene di sesso c'è tutto questo Ambaradan???

    RispondiElimina
  2. Adesso TU finisci la scena di sesso in cucina. Al lavoro e alla svelta! Lo yogurt ai mirtilli! Santo cielo, COME puoi trarre ispirazione da uno yogurt di soia? Almeno un muffin! O una cucchiaiata (meglio due-tre) di Nutella!

    RispondiElimina
  3. P. S. Un suggerimento: contro la porta di casa... Mi ricorda qualcosa avvenuto TANTISSIMO tempo fa (diciamo 30 anni fa e 30 chili fa).

    RispondiElimina
  4. Viv, tu mi farai morire dalle risate! La prossima volta che scriverò una scena di sesso per i miei racconti erotici, chiederò consiglio a te! :-P

    RispondiElimina
  5. Bellissimo!! Facci sapere come va a finire ;) sono curiosissima!!!!

    RispondiElimina
  6. ahahahah ma poveretti, lo sapevo io che lo yogurt, di soia per giunta, non avrebbe aiutato la performance!!!!!

    RispondiElimina
  7. Ahahahah! Bellissimo Viviana! :)
    Anch'io mille paranoie quando ho dovuto descrivere la mia prima scena hot e continua a non essere semplice... Adesso, dopo aver letto questo tuo post, sarà difficile riuscire a rimanere seria e a non ripensarci e farmi quattro risate e rimandare il tutto di qualche capitolo! :D

    RispondiElimina